border-left
border-right

 afib-easy-ordina-carlisi
  • Tecnologia AFIB, rileva la fibrillazione atriale per la prevenzione dell'ictus
  • Tecnologia MAM, 3 misurazioni automatiche come raccomandato dal medico
  • Bracciale universale preformato conico, 22-42 cm, facile da indossare
  • Tecnologia Gentle+, per una misurazione più confortevole
  • 1 tasto/*]
  • 1 memoria
    ordina-parafarmacia-carlisicampagna-microlife-boehringer

TECNOLOGIA AFIB:

Grazie alla nuova tecnologia brevettata Microlife AFIB (Atrial FIBrillation), lo screening della fibrillazione atriale è ora più facile, e può essere effettuato con una semplice misurazione della pressione senza ricorrere ad un esame relativamente complesso come l'elettrocardiogramma.

 

Cos'è la tecnologia AFIB?
A
trial FIB rillation - la tecnologia AFIB permette di identificare la fibrillazione atriale in uno stadio iniziale con una semplice misurazione della pressione senza ricorrere ad un esame relativamente complesso come l'elettrocardiogramma. Quando viene rilevata una fibrillazione atriale nel corso di una misurazione, il display del misuratore segnalerà l'anomalia visualizzando il simbolo AFIB.

La tecnologia AFIB ha raggiunto importantissimi riconoscimenti clinici grazie alla sua elevata precisione ottenuta con tre misurazioni consecutive (tecnologia MAM). AFIB rileva la fibrillazione atriale con un'elevata sensibilità (97-100%) e specificità (89%), come dimostrato da due recenti studi di confronto con l'elettrocardioramma, condotti in circa 500 soggetti.

La fibrillazione atriale
La fibrillazione atriale è responsabile del 20% dei casi di ictus ed è quindi la causa principale di questa complicanza vascolare. Ogni anno si verificano in Italia (dati sulla popolazione del 2001) circa 196.000 ictus, di cui circa il 20% è costituito da recidive (39.000). L'ictus è la terza causa di morte dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie, causando il 10%-12% di tutti i decessi per anno e rappresentando la principale causa d'invalidità e la seconda causa di demenza.

La fibrillazione atriale è una delle aritmie complesse più comuni nella popolazione. Colpisce infatti circa l'1% delle persone, con una prevalenza in progressivo aumento ed una maggiore frequenza negli anziani: ne soffre infatti circa il 5% delle persone di età superiore a 65 anni. Inoltre, la fibrillazione atriale si associa spesso ad ipertensione arteriosa, una condizione diffusa nel 25/39% degli adulti e più frquente negli anziani sopra i 65 anni (oltre il 50%).

Purtroppo spesso la fibrillazione atriale è spesso asintomatica e non viene diagnosticata fino al verificarsi dell'ictus. Se la fibrillazione atriale viene identificata in uno stadio iniziale, il pazeiente può essere trattato efficacemente, prevenendo questa complicanza.

 

 

 

 

 



Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di “terze parti”. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa. L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come gestirli, vedere la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito

Cookie Direttiva Plugin Informazioni UE